LE RELAZIONI PUBBLICHENELLE RAPPRESENTAZIONIDEL CINEMA E DELLATELEVISIONE / LAST 30 YEARS

1990

Il film il padrino - parte III
(the godfather - part III, F.F. Coppola, USA)

Quando gli affari della famiglia diventano “legali”, anche Don Corleone si avvale di un addetto alle relazioni pubbliche e ai rapporti con la stampa: è Dominic Abbandando (Don Novello), nipote di uno storico consigliere dei Corleone.
1997

IL FILM SESSO E POTERE
(WAG THE DOG, B. LEVINSON, USA)

I protagonisti – uno spin doctor di successo (Robert De Niro) e l’addetta alla pubbliche relazioni della Casa Bianca (Anne Celeste Heche) – ingaggiano un produttore di Hollywood (Dustin Hoffman) per mettere in scena lo scoppio di una guerra e distogliere così l’attenzione dell’opinione pubblica da uno scandalo sessuale che vede coinvolto il presidente.
1998

IL FILM I COLORI DELLA VITTORIA
(M. NICHOLS, USA)

Ispirato alla vita politica dei Clinton, racconta una campagna elettorale senza esclusione di colpi e uno staff di comunicazione pronto a tutto, composto da una fidata ex compagna di college (interpretata da Kathy Bates), una giovane consulente per i massmedia e un bizzarro stratega.
1998

IL FILM SLIDING DOORS
(P.HOWITT, REGNO UNITO - USA)

La protagonista - interpretata da Gwyneth Paltrow - è una giovane professionista delle Rp che, dopo essere stata licenziata con un pretesto dall’agenzia, inizia il proprio riscatto aprendo un piccolo ma fortunato studio di consulenza.
1998 2001

LA SERIE SEX AND THE CITY
(D. STAR, HBO, USA, 1998 - 2004)

Samantha Jones (Kim Cattrall) è una delle quattro protagoniste. Titolare di un’agenzia di relazioni pubbliche, è descritta dagli autori come “un ibrido: l’ego di un uomo imprigionato nel corpo di una donna”.
1999 2005

LA SERIE THE WEST WING
(A. SORKIN, NBC, USA)

Ambientata nell’Ala Ovest della Casa Bianca, la serie racconta le problematiche quotidiane dello staff del presidente. Per la prima volta in un’opera televisiva o cinematografica, i personaggi che popolano il backstage del potere familiarizzano con il pubblico. Tra le figure principali, C.J., il capo ufficio stampa (Allison Jan).
2001

IL FILM BRIDGET JONES’S DIARY
(S. MAGUIRE, REGNO UNITO)

Commedia romantica di grande successo (che conta ben due sequel) sulle vicende sentimentali della trentenne single Bridget Jones (Renée Zellweger), maldestra addetta stampa di una casa editrice di successo.
2003

IL FILM LOST IN TRANSLATION
(S. COPPOLA, USA-GIAPPONE)

Nell’opera su smarrimento, solitudine e intraducibilità scritta e diretta da Sofia Coppola, a far da mediatrice tra culture e distanze siderali la giovane addetta stampa (Kazuko Shibata) della casa di whisky giapponese Suntory, che ingaggia per uno spot il protagonista del film.
2003

LA SERIE K-STREET
(G. CLOONEY E S. SODERBERGH, HBO, USA)

Proprio come la strada di Washington da cui prende il nome, la serie è popolata da lobbisti, addetti alle pubbliche relazioni e avvocati che si muovono sotto traccia in un paesaggio politico divenuto indecifrabile dopo l’11 settembre.
2006

IL FILM THE QUEEN
(S. FREARS, REGNO UNITO - ITALIA FRANCIA)

Pietra miliare dei film sulle Rp, racconta il capolavoro di relazioni pubbliche compiuto dal neo primo ministro Tony Blair e dal suo staff (nell’immagine il capo della comunicazione, interpretato da Mark Bazeley) nelle difficili giornate che seguirono alla morte di Lady D.
2007 2015

LA SERIE MAD MEN
(M. WEINER, ABC, USA)

Serie capolavoro sulla storia delle agenzie di comunicazione, intitola un episodio alle “Pubbliche relazioni”, per raccontare come sia avvenuta la saldatura tra adv e Pr al servizio del lancio di nuovi prodotti. La copy Peggy Olson (E. S. Moss, nella foto) ingaggia due attrici affinché, al mercato, fingano di litigare per accaparrarsi il prosciutto della marca che l’agenzia sta pubblicizzando.
2009 2016

LA SERIE THE GOOD WIFE
(CBS, USA)

Elegante serie “liberamente” ispirata alla figura di Hillary Clinton, racconta il riscatto professionale e politico di Alicia Florrick (interpretata da Julianna Margulies), moglie di procuratore in carriera coinvolto in uno scandalo sessuale e accusato di corruzione. Tra i personali principali, Eli Gold (l’attore Alan Cumming), spin doctor alla guida della comunicazione del procuratore; il professionista, in seguito, lascerà l’incarico per entrare nello studio legale della moglie dell’ex capo come esperto di crisis management.
2010 2013

LA SERIE BORGEN- IL POTERE
(A. PRINCE, DR FIKTION, DANIMARCA)

Tra i personaggi principali della serie trasmessa da LaF e Netflix i due addetti stampa (Pilou Asbæk e Birgitte Hjort Sørensen) che si succedono al fianco della protagonista, leader politico dei Moderati.
2011

IL FILM LE IDI DI MARZO
(THE IDES OF MARCH, G. CLOONEY, USA)

Un giovane e promettente addetto stampa (Ryan Gosling) al servizio della campagna elettorale del candidato alle primarie democratiche scopre presto il lato più oscuro del potere. Tra i co-autori, Beau Willimon.
2013 2018

LA SERIE HOUSE OF CARDS - GLI INTRIGHI DEL POTERE
(B. WILLIMON, NETFLIX, USA)

Nelle sei stagioni diversi personaggi si succedono o si fronteggiano nel ruolo di addetti stampa, senza esclusione di colpi. Il primo freddo, solido e calcolatore, interpretato dal premio Oscar Mahershala Ali; il secondo pavido e attento principalmente al personale tornaconto e infine una donna, impegnata in un riscatto che non ammette incertezze.
2016 2020

LA SERIE THE GOOD FIGHT
(R. KING E M. KING, CBS, USA)

Nata da uno spin-off di The Good Wife, la serie racconta la deflagrazione e lo sbandamento che hanno investito il mondo delle professioni dopo la vittoria di Donald Trump. Anche se non ci sono figure di Rp in primo piano (la protagonista è Diane Lockhart, avvocatessa interpretata da Christine Baranski), questa riflessione brillante e sofisticata sulle professioni chiama in causa continuamente i comunicatori, nel groviglio inestricabile di fake news, funzionari deviati, norme bypassate e ignoranza imperante, che si crea intorno ai protagonisti.
2016 2020

LE DUE SERIE THE YOUNG POPE E THE NEW POPE
(P. SORRENTINO, ITA, FRA, ES, USA)

Personaggio tra i più amati, Sofia Dubois (Cécile de France), è la responsabile comunicazione del Vaticano. Una donna che riesce ad instaurare con il Pontefice una proficua relazione, basata su complicità, fiducia e ironia.
2020

LA SERIE EMILY IN PARIS
(DARREN STAR, NETFLIX, USA)

Definita come un concentrato di “couture, croissants et clichés”, è stata presentata come la serie erede di Sex and the City, con cui condivide il produttore Darren Star, ma non la scrittura intelligente, imprevedibile e disincantata della storica serie Usa. Con il pretesto di raccontare l’irruzione delle digital pr nel paludato mondo delle Rp dei beni di lusso, è una rappresentazione caricaturale dei francesi visti da Oltreoceano.
Le immagini presenti in questa pagina sono utilizzate a scopo illustrativo, di critica e di discussione. Qualora dovessero violare eventuali diritti di copyright si prega di scrivere immediatamente al seguente indirizzo email per la rimozione delle stesse: homina@pec.homina.it